Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

22Novembre2017

Pistacchi Spese di Stagione

Comprare frutta e verdura di stagione è una delle prime semplici regole per:

• ridurre l’impatto ambientale

• alimentarci in modo sano e naturale

• variare la nostra dieta seguendo la natura

• risparmiare soldi

...e se utilizzate un coltello di ceramica e consumate le verdure crude otterrete il massimo risultato.

Rimedi naturali verdura di stagioneFrutta e verdura a foglia verde sono sempre presenti sui banchi del mercato, come sulle nostre tavole, anche durante la stagione invernale... Ma attenti a nitrati, nitriti e nitrosamine: scopriamo come difenderci naturalmente.

L'uomo assume nitrati principalmente attraverso l'acqua potabile e le verdure. Il nitrato di per sé è innocuo. Ma in determinate circostanze (tempi di conservazione molto lunghi, calore, pH acido) può però trasformarsi in nitrito, dagli effetti tossici. Nell’organismo umano, una volta ingeriti, i nitrati si trasformano in nitriti (tossici, ma solo ad altissime dosi) e nelle più pericolose nitrosamine, potenzialmente cancerogene. A oggi, tuttavia, non esistono studi scientifici che hanno messo in relazione diretta l’assunzione di nitrati con l’insorgenza di malattie tumorali. Gli ortaggi a più elevato contenuto di nitrati sono solitamente quelli a foglia verde, largamente presenti nei cestelli della spesa in questo periodo: lattuga, cavolo rapa, lattuga cappuccina, crescione, bietola da costa, ravanello, rafano, rabarbaro, rapa rossa, spinacio.

BN 15 RIMEDI NATURALI Anti zanzare
Fastidiose allergie, pruriti, rossori e disturbo del sonno notturno: sono questi i risvolti negativi della presenza di zanzare nelle serate estive.

anemia2Come intervenire efficacemente in caso di anemia? Il primo consiglio del naturopata riguarda due bevande molto diffuse come tè e caffè

COMPORTAMENTI CORRETTI - Qualche modifica all’abituale stile alimentare e alcune integrazioni naturali possono contribuire al miglioramento di una condizione di anemia provocata da carenza di ferro, causata da una dieta povera di tale minerale o di vitamina C, la cui assunzione può incrementarne la capacità di assorbimento.

Molto importante è la biodisponibilità del ferro assunto con l’alimentazione, infatti, nonostante molti vegetali contengano ferro, la maggior parte di esso non viene assorbito poiché esiste un’azione inibitoria di vari componenti presenti nell’alimentazione.

È quindi indispensabile assumere correttamente gli alimenti, secondo combinazione appropriate che ne permettano l’assorbimento a livello intestinale. La quota di ferro consigliata nella donna è di 15 mg, per la donna in gravidanza 30, per l’uomo di 12. Vediamo ora quali sono gli alimenti maggiormente ricchi in ferro e quelli che invece non ne permettono l’assorbimento.

 

Eliminare tè e caffè. Queste due bevande ostacolano l’assorbimento del ferro, soprattutto se consumate durante i pasti o nelle loro vicinanze. Il tè diminuisce l’assorbimento del ferro del 64%, mentre il caffè lo riduce del 39%, questo è dovuto all’elevato contenuto di tannini di tali bevande. È dunque raccomandabile eliminarle o limitarle fortemente in caso di anemia, sostituendole con tisane, acqua e spremute che possano favorire l’assorbimento del ferro.

Pagina 6 di 13
dbn cover
DBN MAGAZINE: LA RIVISTA DELLE DISCIPLINE BIO NATURALI
logodb communication
P.IVA 07494810968