Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

22Novembre2017

Mercoledì, 10 Giugno 2015 00:00

ANTIZANZARE NATURALE

1 zanzare 153966131I rimedi naturali contro le zanzare sono molti: piante, erbe, essenze, nemici naturali o anche semplici regole e stratagemmi da mettere in pratica per respingere gli attacchi di queste assetate bestioline ronzanti.

Di rimedi naturali contro le zanzare ne esistono molti, più o meno efficaci. L'obiettivo è quello di difenderci senza inquinare, evitando prodotti tossici che, oltre a risultare dannosi per l'ambiente, alla lunga perdono parte dell'efficacia per via dell'adattamento biologico, spiccatissimo trai ronzanti insetti. Il rimedio naturale più efficace è senz'altro la barriera fisica. Si possono installare zanzariere oppure creare barriere vegetali, di piante sgradite come il geranio, la calendula, la citronella e la Nepeta cataria, meglio conosciuta come erba gatta.

Si può ricorrere agli oli essenziali, diluiti in un po' d'olio e applicati sui polsi, sulle orecchie e nelle arre strategiche. Quelle che abbiamo selezionato sono efficaci e dall'odore sopportabile: oltre all'onnipresente citronella, non gradita a tutti, vanno bene anche rosmarino, menta piperita, lavanda, eucalipto.

Contro le zanzare tigre invece funzionano le essenze di alcune piante del Nord Africa, come il coriandolo, la ruta d'Aleppo e l'Hyptis suaveolens. Fra i rimedi naturali però il più efficace è sicuramente l'olio di Neem, classificato come biocida dalla Comunità Europea, e contraddistinto da un odore piuttosto pungente. Fortunatamente non bisogna utilizzarlo puro, ma diluito al 20% in un altro olio e coperto da altri oli essenziali in funzione antizanzara.

 

PREVENIRE è MEGLIO CHE CURARE
6 regole basilari per salvaguardare il nostro prezioso tempo libero ed evitare di passare anche il rientro dalle vacanze estive a grattarsi...
 
Evitare le luci, gli abiti scuri e profumi o gel alla frutta.

Ridurre al minimo gli odori e il sudore personale.

Evitare ristagni d'acqua nei pressi delle abitazione: le zanzare, per riprodursi, hanno bisogno di pochissima acqua, dunque la parola d'ordine è tenere asciutto. Se è impossibile evitarlo, si può inserire nelle pozze d'acqua dei fili di rame (o monetine da 1, 2 o cinque centesimi) che provocano la morte delle larve.

Mangiare due o tre spicchi d'aglio crudo al giorno rende il nostro corpo invisibile alle zanzare poiché le sostanze solforate emesse a seguito dell'ingestione di questo alimento coprono il nostro odore.

In alternativa all'aglio, che può creare qualche problema interpersonale, si può ingerire del lievito di birra (in pastiglie o scaglie) che ci permette di emanare un'esalazione inodore per l'uomo ma insopportabile per le zanzare.

Infine, si può ricorrere all'unico rimedio perfettamente inserito nella catena alimentare biologica: il pipistrello (si nutre di zanzare così come le libellule, le lucertole, i ragni e anche alcuni tipi di pesci). Tuteliamolo e l'amabile mammifero alato si nutrirà ogni sera di migliaia di indesiderati insetti.

 

ISCRIVITI A BIONOTIZIE.IT, PER RICEVERE LA RIVISTA DIGITALE GRATIS E PER SEMPRE:
http://www.bionotizie.it/landingpage/index.html

 

dbn cover
DBN MAGAZINE: LA RIVISTA DELLE DISCIPLINE BIO NATURALI
logodb communication
P.IVA 07494810968