Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

22Novembre2017

Mercoledì, 02 Settembre 2015 00:00

OLIO PER PELLI ARROSSATE

olio pelli arrossateLe screpolature sono sempre in agguato. La più semplice, e antica, delle ricette cosmetiche ci viene in aiuto con una certa efficacia. E non richiede che pochi ingredienti e la capacità di saper aspettare.

È un oleolito che somma le proprietà delle sostanze vegetali messe a macerare nell’olio per circa un mese

Ingredienti: olio di vinacciolo, fiori secchi di calendula e lavanda

Utensili: due barattoli da marmellata e un cucchiaio

In questo caso useremo dell’olio di vinacciolo, estratto dai semi dell’uva. Si assorbe velocemente ed è uno dei più ricchi in Omega 6, con circa il 73% di acido linoleico, un acido grasso essenziale che sostiene l’attività delle cellule dell’epidermide. È ricco anche di antiossidanti, che proteggono dall’azione dei radicali liberi: alta la percentuale di vitamina E e di polifenoli, soprattutto le antocianidine tipiche dell’uva. E sfrutteremo le proprietà lenitive della lavanda e della calendula, di cui useremo i fiori secchi (si comprano in erboristeria o si fanno seccare se avete la pianta in giardino).

Procedimento: l’estrema pulizia, quando si spignatta cosmetici, anche semplici e senza acqua come questi, è importantissima. Fate in modo che il piano su cui lavorate sia pulitissimo e che il barattolo e il cucchiaio siano puliti, passati con alcool e asciutti. Poi riempite il vasetto fino a tre quarti di fiori di calendula e lavanda in parti uguali e ricoprite con olio, schiacciando bene i fiori secchi con il cucchiaio, in modo che siano completamente sott'olio. Lasciate riposare al buio in un luogo non freddo per quattro settimane. A questo punto le piante avranno ceduto le loro proprietà all’olio. Non rimane che filtrare l’olio nell’altro barattolo (sempre rigorosamente pulito) con una garzina o uno scottex di carta.

Avrete ottenuto un ottimo olio lenitivo e leggermente profumato alla lavanda per il corpo, per le mani e anche per il viso. Va spalmato la sera, meglio se sulla pelle bagnata, evitando magari il contorno occhi, così che l’acqua si mischi all’olio, creando un’emulsione più affine alla pelle rispetto al semplice olio.

 

 

Iscriviti GRATIS e PER SEMPRE alla community di BioNotizie:
http://www.bionotizie.it/landingpage/index.html
 

 

dbn cover
DBN MAGAZINE: LA RIVISTA DELLE DISCIPLINE BIO NATURALI
logodb communication
P.IVA 07494810968