Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

22Novembre2017

the green GWTL entete logo2Tra qualche mese potrete già vedere su alcuni detersivi un nuovo logo. È una certificazione che si ottiene solo se il prodotto è ecologico a 360 gradi: non basta usare materie prime biologiche e non è sufficiente che sia biodegradabile. C'è molto di più

12 104271467I tensioattivi servono. Permettono di togliere lo sporco dalla nostra pelle, dai tessuti o dai pavimenti. Il loro problema è che inquinano. Comprare un detersivo o un sapone bio ci garantisce che non contenga tensioattivi petrolchimici,

31 ammorbidente 80620334Desiderare che il proprio bucato sia morbido e profumato è senz'altro legittimo. Gli ammorbidenti però non sono la soluzione migliore per l'ambiente e tutto sommato nemmeno per le nostre narici. Ecco le strategie per ottenere lo stesso risultato senza inquinare.

Di tutti i prodotti per la pulizia domestica gli ammorbidenti sono sicuramente i meno utili. Certo rendono più morbidi i nostri capi, ma ci riescono utilizzando tensioattivi cationici. Essendo molecole caricate negativamente, ripristinano la giusta carica alle fibre tessili che dopo l'azione dei tensioattivi anionici, quelli che tolgono lo sporco, sono caricate positivamente e si legano agli ioni calcio e magnesio, dispersi nell'acqua, rendendo grigi e arruffati i nostri panni. I tensioattivi cationici hanno però anche un'azione conservante e continuano a svolgere la loro azione biocida anche quando finiscono nei fiumi. Perché il profumo sia così persistente, invece, ha bisogno di fissatori, come i muschi policiclici aromatici, altamente inquinanti,. La lunga durata è ottenuta anche attraverso microcapsule, che si rompono gradualmente durante l'uso, rilasciando gradualmente la loro fragranza.

Per fortuna esiste un'alternativa ecobio: aggiungere nella vaschetta dell'ammorbidente un misurino d'acqua con 1 cucchiaino d'aceto, o una soluzione al 20% di acido citrico (80 g di acqua, 20 g di acido citrico). Anche il bicarbonato esercita una funzione anticalcare. Aggiungerne al detersivo 1 o 2 cucchiai rasi renderà i capi più morbidi e i colori nettamente più brillanti. E i profumi? L'alternativa naturale sono gli oli essenziali, ma siccome sono estremamente volatili, non conviene aggiungerli alla vaschetta dell'ammorbidente: una volta asciutto, il bucato avrà perso tutto il suo profumo. E siccome i veri oli essenziali sono anche piuttosto costosi, avremo anche sprecato i nostri soldi. Molto meglio mettere una goccia di olio essenziale su ogni capo dopo la stiratura, oppure ripiegare sui gessetti profumati da mettere sul fondo dei cassetti e degli scaffali. Impregnati per bene di olio essenziale lo rilasceranno gradualmente, svolgendo la loro funzione. Il must è la lavanda (il profumo di pulito della nonna) che ha anche un certo potere anti tarme e un effetto rasserenante sulla nostra psiche.

miss lamparita IMG 6416Miss Lamparita (www.misslamparita.com) nasce dal connubio tra gusto del detournement, amore per l'oggetto quotidiano e fascino del vintage, per creare, da oggetti assolutamente comuni, lampade altrettanto insolite e uniche.

Pagina 9 di 15
dbn cover
DBN MAGAZINE: LA RIVISTA DELLE DISCIPLINE BIO NATURALI
logodb communication
P.IVA 07494810968