Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

20Novembre2017

Lunedì, 05 Ottobre 2015 00:00

UNA RISORSA DA SCOPRIRE

DBN14RespiroIl diaframma presiede e regola una delle funzioni vitali più importanti del nostro organismo: la respirazione. Una delle prime cose che ci viene detta quando si comincia un corso di Shiatsu è “respira!”, ma io respiro... è il pensiero spontaneo di risposta. Col tempo ci accorgiamo quanto sia vera quella indicazione e piano piano cominciamo a riscoprire la nostra potenziale risorsa che è spesso sopita.

Il diaframma è una struttura muscolo- tendinea che divide la cavità toracica da quella addominale. Ha conformazione a cupola e la parte muscolare è quella periferica, mentre quella tendinea è quella centrale; è più alto sul lato destro che sul lato sinistro, per la presenza del fegato. È dotato di vari orifizi attraverso i quali passano l’aorta, il canale aortico-diaframmatico, l’esofago e la vena cava inferiore. È un muscolo involontario, ma la sua attività è anche influenzabile volontariamente, presiede alla respirazione oltre a varie altre funzioni corporee. Andrew Taylor Still, padre dell’osteopatia, descrivendo il diaframma toracico disse: “Per mezzo mio vivete e per mezzo mio morite. Nelle mani ho potere di vita e morte, imparate a conoscermi e siate sereni”... Il diaframma si sviluppa in fase embrionale e si forma dalla migrazione di strutture che partono dal tratto cervicale. Questa relazione fa intuire come un dolore cervicale possa essere causato dal diaframma bloccato (e viceversa). Il diaframma è legato a importanti strutture del sistema neurovegetativo, infatti è oltrepassato dal nervo vago che fa parte del sistema di regolazione di tutta la vita vegetativa. Le relazioni pressorie tra torace e addome sono fondamentali, se queste sono alterate, anche la respirazione si altera. Da un punto di vista posturale, si può osservare spesso un aggravio del tratto lombare in soggetti con una respirazione di tipo alto, a causa delle trazioni continue trasmesse dai pilastri che sono dei potenti gruppi muscolari che legano, appunto, il diaframma alla zona lombare. Ha notevole risonanza sul piano emozionale. Sono frequenti frasi del tipo “mi è mancato il respiro”, oppure “è stato come un pugno nello stomaco”; questo per sottolineare che gli influssi emotivi possono condizionare il diaframma a tal punto che possono essere memorizzati dai tessuti che lo compongono. *

*A cura di David Hirsch

Continua su DBN Magazine n.14 - Dicembre 2014

ABBONATI A DBN MAGAZINE: SUBITO IN OMAGGIO PER TE TUTTI GLI ARRETRATI IN DIGITALE!

http://dbnnews.it/landing/

 

Iscriviti GRATIS alla community di BioNotizie:
http://www.bionotizie.it/landingpage/index.html
 
dbn cover
DBN MAGAZINE: LA RIVISTA DELLE DISCIPLINE BIO NATURALI
logodb communication
P.IVA 07494810968