Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

22Novembre2017

BN 18 COSMESI Etichetta ProfumiLe nuove norme dell’Unione Europea in fatto di prevenzione delle allergie mettono in guardia da alcuni ingredienti utilizzati fino a oggi in ambito cosmetico.

BN 17 COSMESI DiarioEcobeautyL’arte del sapone... per tutti. Impariamo a produrre saponi naturali e unguenti per la pelle divertendoci. Efficaci, delicati, superbiodegradabili, sono anche un modo per scatenare la nostra creatività.

BN 17 COSMESI Etichetta trasparenteSono sempre più diffusi gli agenti chimici nell’utilizzo cosmetico per la preparazione dei prodotti. Un cosmetico biologico certificato garantisce naturalmente l’assenza di alcune sostanze, di solito presenti in etichetta nei cosiddetti prodotti convenzionali, che possono avere spesso effetti non proprio benefici sulla nostra salute. Impariamo a conoscerli poco per volta, secondo la nomenclatura INCI, standandard di riferimento per il labeling cosmetico.

indexLaura Saponaro e Hassan Bajaj sono i fondatori di Esprit Equo, crocevia di culture e saperi millenari e azienda all’avanguardia nella produzione cosmetica certificata Bio.

Dall’idea, al progetto, alla realtà: come nasce Esprit Equo?
«Insieme ad Hassan nel 2005 abbiamo dato vita all’azienda DOUNIA seguendo un’idea e un sogno: creare prodotti di qualità, dalla tracciabilità certa e controllata, ispirandoci alle tradizioni di diversi paesi del sud del Mondo, in particolare dal Marocco. Unendo le nostre competenze abbiamo dato vita a questo progetto, prima con un punto vendita a Roma e poi con la nascita nel 2006 di Esprit Equo, la prima linea di cosmetici certificati Bio a base di materie prime provenienti dall’economia solidale».

Linee prodotto: quali i progetti in cantiere?
«Stiamo completando la linea Rhassoul, che ad oggi consta di tre prodotti: una maschera, un gel per il viso e uno shampoo purificante. Il Rhassoul (dall’arabo rassala, lavare) è un’argilla ancora poco nota in Europa. Estratta dal cuore della terra, nelle cave dei monti del Medio Atlante, in Marocco, viene trattata e lavata per eliminarne le impurità, quindi viene adagiata su grandi superfi ci piane e seccata al sole. Le placche ottenute sono poi triturate in una finissima polvere: un elemento prezioso e unico, ricco di minerali e oligoelementi. Da molti secoli le donne orientali conoscono i segreti del Rhassoul, per detergere delicatamente e in modo naturale la pelle e i capelli. A differenza di altri saponi e shampoo convenzionali, non contiene nessun tipo di tensioattivo e ha una naturale azione detergente,
purificante, agendo unicamente per assorbimento, senza aggredire l’equilibrio naturale della pelle e del cuoio capelluto».

 

Leggi tutta l'intervista e la storia di Esprit Equo su: http://www.dbcommunication.it/flip/BioNotizie12/#p=34

Pagina 5 di 18
dbn cover
DBN MAGAZINE: LA RIVISTA DELLE DISCIPLINE BIO NATURALI
logodb communication
P.IVA 07494810968